lunedì 20 Maggio 2024

traduzione automatica

lunedì 20 Maggio 2024

traduzione automatica

Migliorare le prestazioni delle pompe dosatrici negli impianti pilota attraverso l’utilizzo dei misuratori di portata

Nel passaggio dalla produzione su scala laboratoriale a quella commerciale, gli impianti pilota rivestono un ruolo fondamentale nell’industria chimica. Questi impianti consentono di ridurre i rischi nel processo finale, specialmente quando si trattano prodotti chimici avanzati. Durante questa fase intermedia, la misurazione accurata dei fluidi critici diventa essenziale per trarre conclusioni tempestive e accurate.

Le pompe dosatrici sono spesso impiegate negli impianti pilota per controllare i flussi dei liquidi. Tuttavia, la precisione, la velocità e l’efficienza dei dati raccolti giocano un ruolo cruciale nel garantire il successo del processo. In questo articolo, esamineremo i benefici derivanti dall’utilizzo congiunto di un misuratore di portata per massimizzare le prestazioni delle pompe dosatrici.

Dopo approfondite ricerche di mercato, è emerso che i clienti dell’industria chimica possono optare sia per misuratori di portata industriali sia per quelli da laboratorio per i loro impianti pilota. Tuttavia, entrambe le opzioni presentano limitazioni. Basandoci su questa intuizione, il nostro team di gestione dei prodotti ha sviluppato un misuratore di portata appositamente progettato per gli impianti pilota. Ma prima di esaminare questa soluzione, analizziamo la situazione attuale.

Necessità di dati precisi, veloci ed efficienti per ottimizzare le pompe dosatrici negli impianti pilota

La raccolta precisa, veloce ed efficiente dei dati è cruciale quando si trattano fluidi critici. Senza una misurazione sufficientemente precisa, i test devono essere protratti per raccogliere i dati necessari, aumentando i costi degli impianti pilota. Tuttavia, l’utilizzo di strumentazione precisa può notevolmente ridurre la durata dei test, contribuendo così a ridurre i costi complessivi.

Il dosaggio dei fluidi: utilizzo delle pompe dosatrici

Nel dosaggio dei fluidi, le pompe dosatrici volumetriche sono una soluzione comune. Questo approccio è adeguato per processi non critici ma può risultare limitato in situazioni dove la precisione è fondamentale. Le pompe dosatrici non possono auto-correggersi, quindi in presenza di perdite, variazioni di contropressione o contaminazioni, la precisione della portata può essere compromessa. Qui entra in gioco il misuratore di portata, che permette di mantenere elevate le prestazioni delle pompe dosatrici.

Controllo delle pompe: utilizzo dei misuratori di portata con le pompe dosatrici

L’integrazione di un misuratore di portata nel processo consente di rilevare e correggere il flusso generato dalla pompa dosatrice. Un misuratore di portata massica fornisce dati precisi e indipendenti dalle proprietà del fluido, migliorando così la precisione complessiva del sistema di dosaggio.

Scelta del misuratore di portata per gli impianti pilota

Quando si seleziona un misuratore di portata per un impianto pilota, è importante considerare la precisione, le dimensioni e la robustezza del dispositivo. Mentre le applicazioni di laboratorio richiedono prestazioni estremamente precise, quelle industriali valorizzano maggiormente l’affidabilità e la robustezza. Un misuratore di portata massica Coriolis si presenta come una scelta ideale, in quanto compensa le limitazioni delle pompe dosatrici, garantendo una misurazione accurata indipendentemente dalle condizioni del fluido.

In conclusione, l’utilizzo di misuratori di portata insieme alle pompe dosatrici può migliorare significativamente le prestazioni degli impianti pilota, consentendo un dosaggio preciso e efficiente dei fluidi critici.

Contatta l'autore per ulteriori informazioni






     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.