sabato 26 Novembre 2022

traduzione automatica

sabato 26 Novembre 2022

traduzione automatica

Tradizione e innovazione nella produzione dei vini trentini

Nella produzione del vino, la quasi totale attenzione dei viticoltori si concentra in primo luogo sui vigneti e sui vini. Tuttavia, è importante avere anche una mentalità aperta, pronta ad accogliere le nuove tecnologie. 

Entrambi questi aspetti convergono nel parco di stoccaggio. Il Trentino Alto Adige è un territorio in cui convergono aree climatiche molto varie: si può sperimentare il clima alpino, quello continentale, fino agli influssi sub mediterranei.

Una misura di livello affidabile per la produzione di vini grazie alla precisa focalizzazione

Per la produzione dei vini trentini, Martino Mischi, tecnico manutentore di VEGA Italia, vide le potenzialità del VEGAPULS 64, il nuovo strumento di misura di livello radar che era stato da poco lanciato sul mercato. 

Venne quindi impiegato per misurare il contenuto dei grandi serbatoi di stoccaggio, passo fondamentale nella produzione dei vini. 

Il sensore viene installato sul serbatoio su una sorta di camino con un’altezza di 50 cm e un diametro di 40 cm. Grazie al raggio di misura molto sottile, il sensore effettua senza problemi la misura entro questo raggio ridotto. 

Un’altra sfida è rappresentata dal miscelatore all’interno dei serbatoi necessario per impedire stratificazioni termiche. Normalmente tali installazioni interne causano echi di disturbo, ma il raggio di misura del VEGAPULS 64 è così sottile da evitare semplicemente il miscelatore.

Il VEGAPULS 64 è ideale anche sotto il profilo dell’igiene. Da un lato gli strumenti di misura di livello radar effettuano la misura senza contatto, offrendo così requisiti igienici ideali. 

Dall’altro lato l’antenna affacciata può essere pulita in maniera ottimale ed è insensibile alle condizioni estreme dei processi SIP e CIP. Lo strumento di misura non richiede inoltre nessun altro intervento di manutenzione.

Un altro vantaggio del sensore è la possibilità di eseguire la misura dal basso verso l’alto sull’intera altezza del serbatoio, ovvero sia vicino al cielo del serbatoio, sia a ridosso del fondo. Questo consente lo sfruttamento del volume complessivo del serbatoio. I valori misurati vengono rilevati dall’elaboratore VEGAMET 391, ideale per una serie di funzioni di regolazione e controllo come misure di livello, altezza e pressione di processo, rilevamento delle scorte, VMI (Vendor Managed Inventory) e interrogazione remota.

VEGA produce da sempre prodotti ideali per ogni applicazione. Consulta il sito per saperne di più!

Contatta l'autore per ulteriori informazioni










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.