mercoledì 19 Gennaio 2022

traduzione automatica

mercoledì 19 Gennaio 2022

traduzione automatica

Robotics4EU, la responsabilità della robotica al centro del suo sviluppo

“La robotica ha il potenziale per trasformare la vita e le pratiche lavorative, aumentare gli standard di efficienza e sicurezza e fornire livelli di servizio avanzati”. Tale è la premesse che muove il progetto Robotics4EU, la risposta della Commissione Europea in favore della promozione della robotica, elemento cardine dell’economia moderna.

I settori coinvolti

Robotics4EU è un’azione di coordinamento e supporto da 3 milioni di euro, che comprende 7 organizzazioni di 6 paesi europei. Essa mira a garantire un’adozione sempre più diffusa di robot basati sull’intelligenza artificiale, attraverso l’implementazione dei principi di robotica responsabile.
A questi ultimi spetta infatti il compito di convincere l’opinione pubblica e fornire soluzioni attendibili per diverse aree applicative. In particolare nei settori della sanità, dell’ispezione e manutenzione delle infrastrutture, dell’agroalimentare e della produzione agile.

Stimolo alla collaborazione

L’obiettivo del progetto include, dunque, la sensibilizzazione sugli aspetti non tecnologici della robotica, come l’etica, le questioni legali, socioeconomiche, i dati, la privacy e il genere. Per raggiungere lo scopo, la Commissione Europea stimola l’incontro collaborativo tra rappresentanti delle aziende, mondo accademico, istituzioni e cittadini. 

Uomo e robotica: problematicità

La fase iniziale del progetto ha previsto una serie di sondaggi online volti ad ottenere informazioni su argomenti relativi alla diffusione della robotica, alle pratiche, mancanze ed esigenze del presente. I risultati hanno evidenziato la preoccupazione circa la relazione tra robotica e forza lavoro e circa le conseguenze di tale tecnologia sul benessere umano

Ma il rapporto ha anche evidenziato le buone pratiche della comunità robotica e la centralità delle collaborazioni.

Uno sviluppo coscienzioso

Il coinvolgimento tanto di addetti ai lavori quanto di privati cittadini si rivela dunque indispensabile per uno sviluppo positivo e condiviso della robotica. Ampliare le capacità della robotica nei settori sopra citati non è più sufficiente. Si dovrà, invece, procedere ad avvicinare l’opinione pubblica al settore e a garantire la piena accettazione di una tecnologia che abbia utilità e soprattutto responsabilità come valori cardine.

Fonte: robotics4eu.eu, impresedelsud.it

Potrebbe interessarti anche: PhotonHub Europe: il finanziamento alla fotonica che premia l’industria

Rimani sempre aggiornato sulle ultime news del mondo della strumentazione e automazione, segui MECOtech su Twitter!

Contatta l'autore per ulteriori informazioni










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.