sabato 26 Novembre 2022

traduzione automatica

sabato 26 Novembre 2022

traduzione automatica

Scozia e Francia unite per l’eolico flottante e l’idrogeno

Il Governo scozzese ha pubblicato un report per la promozione di aree di collaborazione di ricerca tra organizzazioni francesi e scozzesi nell’ambito dell’eolico flottante e dell’idrogeno.

Unità d’intenti

Francia e Scozia, a ragione delle simili caratteristiche geografiche e di sistema energetico, avanzano coordinate nell’evoluzione delle strategie di decarbonizzazione. Tale processo pone al centro della ricerca le tecnologie delle turbine eoliche offshore e dell’idrogeno.

I limiti all’integrazione delle tecnologie

Lo studio si concentra dunque sulle possibilità di ampia diffusione di queste due tecnologie. Nel caso del settore emergente dell’eolico flottante, la sfida si situa nella necessità di infrastrutture portuali adeguatamente sviluppate e nella manutenzione delle turbine offshore

Per l’idrogeno pesa la carenza di competenze che, per il momento, inficia la possibilità di un’integrazione delle tecnologie.

La centralità dell’idrogeno

Ed è proprio l’integrazione delle tecnologie a rappresentare il nucleo di svolta del progetto, poiché l’idrogeno è un elemento chiave nello stoccaggio e nel trasporto dell’energia prodotta da fonti rinnovabili in località remote

Nel caso in cui l’idrogeno dovesse essere prodotto in prossimità dei parchi eolici galleggianti risulterebbero necessari metodi di trasporto volti a riportare l’idrogeno a riva in modo sicuro.

Il nodo elettrolisi

Inoltre, un ostacolo non indifferente è rappresentato dalla necessità di acqua dolce e purificata per l’elettrolisi. Una soluzione potrebbe pervenire dall’utilizzo di elettrolizzatori salini appositamente progettati per l’utilizzo dell’acqua di mare.

Un progetto scalabile e competitivo

Si tratterà, infine, di individuare i mercati e le applicazioni più adatte per l’idrogeno.

E in questo scenario è indispensabile realizzare una piattaforma di ricerca condivisa e mirata all’integrazione di idrogeno e sistemi eolici flottanti.

Per costruire un’economia net zero occorrerà dunque investire nella scalabilità e competitività di queste tecnologie.

Fonte: The Chemical Engineer

Potrebbe interessarti anche: Aggrappati a robotica e sensoristica per la salute del mare

Rimani sempre aggiornato sulle ultime news del mondo della strumentazione e automazione, segui MECOtech su LinkedIn!

Contatta l'autore per ulteriori informazioni










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.