sabato 26 Novembre 2022

traduzione automatica

sabato 26 Novembre 2022

traduzione automatica

WIKA e la sicurezza per i treni alimentati a idrogeno

Negli ultimi anni, la transizione energetica interessa tutti i campi della vita umana, compreso il trasporto di passeggeri. 

Fra le applicazioni dell’idrogeno (H2), negli ultimi anni si è presa in considerazione l’alimentazione dei treni nelle tratte non elettrificate, come alternativa green rispetto alle motrici alimentate a diesel. È considerata da molti una soluzione perfetta per le tratte brevi, ed è già in funzione in Germania e altri Stati. Per l’Italia dovremo probabilmente aspettare il 2023. 

L’idea è quella di sfruttare l’elemento per creare mezzi per il trasporto passeggeri green: il risultato è un treno silenzioso, veloce, e che emette solo vapore e acqua condensata.

In un treno a idrogeno di nuova concezione per il trasporto locale, un pressostato WIKA svolge un ruolo cruciale. Nell’ambito del monitoraggio della pressione, svolge la funzione centrale di sicurezza nel sistema di alimentazione durante il viaggio.

Serbatoi di idrogeno basati sulla tecnologia dei compositi in fibra di carbonio

La capacità del serbatoio per l’idrogeno deve essere adattata alle distanze che il treno deve percorrere. Uno dei clienti di WIKA si è specializzato in sistemi individuali di stoccaggio del carburante per veicoli alimentati ad idrogeno.

I loro serbatoi cilindrici sono basati sulla tecnologia dei compositi in fibra di carbonio, e quindi estremamente robusti, ma con un peso relativamente basso rispetto ai serbatoi d’acciaio. 

Serbatoi di questo tipo sono installati anche nel treno ad idrogeno. Questo treno a più unità, progettato per il traffico pendolare, viene rifornito di idrogeno in un terminale speciale. 

La pressione del serbatoio è di 300-350 bar, e durante la marcia deve essere ridotta a un valore a una cifra per l’alimentazione della cella a combustibile. Ciò avviene tramite un’unità di regolazione della pressione a valle del sistema di stoccaggio.

La soluzione di WIKA

Il mini pressostato PXA soddisfa pienamente i requisiti dell’applicazione dei treni alimentati a idrogeno.

Con il monitoraggio della pressione del serbatoio e la regolazione della pressione del treno a idrogeno, il cliente utilizza il pressostato PXA per la funzione di sicurezza.

Lo strumento miniaturizzato disattiva il sistema di propulsione ad H2 in due casi, a seconda della funzione: se il serbatoio rischia di svuotarsi e se la pressione diventa troppo alta quando l’idrogeno viene trasferito al sistema di propulsione.

Lo strumento presenta anche l’idoneità SIL-3. In questo modo soddisfa facilmente i requisiti di sicurezza del mercato per l’applicazione H2 (SIL-2).

Una simile protezione potrebbe essere realizzata anche con un software o un sensore, ma per i treni questa soluzione potrebbe risultare pericolosa e comportare ingenti rischi.

Per ulteriori informazioni, visita il sito di WIKA o contatta gli specialisti.

Contatta l'autore per ulteriori informazioni










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.