giovedì 25 Luglio 2024

traduzione automatica

giovedì 25 Luglio 2024

traduzione automatica

CELMI srl e le sue CELLE DI CARICO dalla parte degli apicoltori  per monitorare e pesare gli alveari

Immaginiamoci la scena. Un allevamento di api, costituito da numerose arnie, posizionato in un alpeggio di  montagna, a 850 metri di altitudine. La domanda sorge spontanea: come fa il povero apicultore a capire  quando è arrivato il momento di inerpicarsi su per il pendio, per raccogliere il miele? Semplicissimo: grazie  ad un sistema di pesatura costituito da 3 elementi, nel dettaglio: cella di carico, strumentazione elettronica e  sistema PLC dotato di app in Cloud. In questo modo il peso di ogni arnia viene costantemente monitorato e i  dati di peso vengono comodamente trasmessi al proprietario dell’allevamento, grazie ad un sistema Cloud. Il  peso è solo uno dei dati che il sistema può raccogliere e inviare in Cloud tramite PLC: in aggiunta ad  esso, infatti, il sistema è in grado di recuperare e trasmettere i dati di temperatura e umidità, parametri  fondamentali per il benessere e la vita delle api e dell’intero alveare. 

Igrometri: monitoraggio dell’umidità per un ambiente equilibrato 

L’umidità è un elemento critico da monitorare negli allevamenti di api. Gli igrometri sono strumenti  progettati per misurare l’umidità relativa dell’aria. Possono essere digitali o analogici e forniscono agli  apicoltori informazioni cruciali sull’umidità all’interno e intorno all’alveare. Un ambiente con il giusto livello  di umidità è essenziale per la salute delle api e per il successo dell’allevamento. Gli igrometri consentono agli  apicoltori di regolare l’umidità all’interno dell’alveare, contribuendo a prevenire problemi come la  disidratazione delle larve o la proliferazione di muffe dannose. 

L’importanza dell’umidità negli alveari e negli allevamenti per api 

L’umidità, generalmente mantenuta tra il 40% e il 60%, gioca diversi ruoli vitali all’interno dell’alveare. Uno  di questi è la regolazione termica: le api, infatti, sono in grado di regolare la temperatura all’interno  dell’alveare grazie all’evaporazione dell’acqua. Un’umidità corretta consente loro di mantenere una  temperatura ottimale, fondamentale soprattutto durante le stagioni più calde o più fredde. 

Ma l’umidità non è importante solo per la temperatura. In un ambiente con il giusto grado di umidità, le api  possono sviluppare in modo sano le loro larve. Un’umidità inadeguata potrebbe portare alla disidratazione  delle larve stesse, mentre un’eccessiva umidità potrebbe favorire lo sviluppo di muffe dannose.

La produzione di cera, utilizzata dalle api per costruire i favi e conservare il miele, è anch’essa influenzata  dall’umidità. Un ambiente con il giusto livello di umidità favorisce la produzione di cera di qualità, essenziale  per il funzionamento e la struttura dell’alveare. 

Ma non è tutto. Le api utilizzano anche l’umidità nell’aria per comunicare tra loro. Ad esempio, il grado di  umidità può influenzare la danza delle api, un meccanismo di comunicazione utilizzato per indicare la  direzione e la distanza delle fonti di cibo. 

Tuttavia, mantenere un livello di umidità corretto non è solo una questione di benessere delle api.  Contribuisce anche al controllo dei parassiti, come gli acari Varroa, che possono danneggiare gravemente le  colonie di api. Un ambiente con un’adeguata ventilazione e umidità può aiutare a controllare la presenza di  questi parassiti e proteggere le api. 

Infine, un ambiente con il giusto livello di umidità può contribuire a mantenere le api più resilienti alle  malattie, poiché un’umidità eccessiva può favorire la diffusione di patogeni. 

Termometri per alveari: monitoraggio preciso della temperatura 

Un ulteriore fattore che influenza la salute delle api è la temperatura all’interno dell’alveare. I termometri  appositamente progettati per gli alveari forniscono agli apicoltori un’indicazione precisa della temperatura  ambiente all’interno delle arnie. Questi termometri possono essere digitali o analogici e sono spesso dotati di  sonde che consentono di posizionare il sensore direttamente all’interno dell’alveare per misurare la  temperatura in tempo reale. Questi dispositivi sono indispensabili durante le stagioni più calde o più fredde,  quando è essenziale mantenere una temperatura ottimale per il benessere delle api. 

Per l’applicazione di monitoraggio del peso degli alveari, CELMI srl supporta gli specialisti con una cella di  carico off center modello SUP1 con portate fino a 50 kg in alluminio: 

La cella di carico off center modello SUP1 

Tipiche applicazioni: 

  • Piccole piattaforme
  • Tramogge

PORTATA: 3-5-6-10-15-20-30-35-50 Kg 

CARATTERISTICHE PRINCIPALI: 

  • Uso universale 
  • Basso costo 
  • Costruzione in alluminio 
  • Dimensioni piattaforma: 250x300mm 
  • Certificazione ATEX

In aggiunta a questa cella di carico, il sistema di monitoraggio degli alveari proposto da CELMI, chiamato  CONNECT 4.0 prevede la presenza di una centralina in grado di svolgere diverse funzioni: sia la pesatura che il cloud e invio dati via radio. Qui di seguito le funzionalità di programma dello strumento CONNECT  4.0.: 

La centralina Connect 4.0 
  • Inserimento/modifica/cancellazione commesse. 
  • Selezione della commessa da lavorare con possibilità di pausa lavoro.  
  • Calcolo della somma del peso accumulato dalle pesate.  
  • Calcolo del numero di pesate per il carico della commessa selezionata.  
  • Esportazione dei log di produzione su chiave USB o da browser web.

Per maggiori informazioni e dettagli su questi prodotti e per le altre soluzioni del catalogo CELMI srl, potete visitare il sito www.celmi.com e scrivere a info@celmi.com

Contatta l'autore per ulteriori informazioni






     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.